Ogni Leader di successo riconosce l’importanza dell’ascolto e sa perfettamente che sfruttare ciò che ascolta può portargli importanti vantaggi competitivi.
Pensa che Elon Musk, uno degli imprenditori attualmente più al centro dell’economia mondiale, ha dichiarato in diverse interviste che ascoltare con attenzione i feedback negativi è stata una parte fondamentale della sua strategia fin dagli inizi della sua carriera.
Ti riporto le sue precise parole:
“In terms of advice, I think it’s very important to actively seek out and listen very carefully to negative feedback”.
Probabilmente Elon non sarebbe arrivato dov’è attualmente senza il perfezionamento costante che ha potuto mettere in pratica, anche attraverso i feedback negativi che ha attivamente ricercato.
E ti dirò di più: saper ascoltare potenzierà considerevolmente le tue doti di comunicazione, ed essere un buon comunicatore è un prerequisito di tutti i leader di successo.
L’ascolto infatti è una parte fondamentale della comunicazione.
Pensaci: lo scopo della comunicazione “strategica” non è semplicemente quello di mandare un messaggio ma di coinvolgere chi ascolta, di destare interesse, e per destare tale interesse è prima necessario focalizzarsi attentamente sui contenuti che chi ci sta attorno ci porta.
E non è tutto perché il saper ascoltare ti consentirà anche di differenziarti, di dimostrare interesse ed empatia verso il prossimo e di costruire quindi relazioni più solide e durature.
Voglio lasciarti un ultimo esempio per convincerti definitivamente di quanto sia importante saper ascoltare, soprattutto per chi ricopre posizioni di Leadership.
Avrai sicuramente sentito parlare di Alexa, l’assistente vocale di Amazon.
Lo sapevi che Jeff Bezos avrebbe voluto chiamare il device “Amazon” piuttosto che “Alexa”? Il team del progetto era contrario a queste idee, e (non senza timori) i collaboratori hanno deciso di comunicargli questi dubbi. Lui ha ascoltato, ha modificato le sue posizioni e ha optato per ciò che il suo team gli consigliava. E il finale di questa storia lo conosciamo tutti. (qui trovi la storia completa)
Cosa sarebbe successo se non avesse ascoltato i suoi dipendenti, rimanendo fermo sulle sue posizioni o lasciandosi distrarre da altre incombenze piuttosto che prestare attenzione a quanto avevano da dirgli?

 

Bene, ora voglio condividere con te alcuni esercizi che io stessa metto in pratica durante le selezioni di recruitment che conduco, per ascoltare con attenzione l’altra persona e dimostrare interesse nei suoi confronti:
1. Lascia finire l’altro, prima di parlare
Il non interrompere il tuo interlocutore non solo è una dimostrazione di interesse, ma anche un segno di rispetto. Lascia sempre che finisca di parlare, e aspetta che abbia esposto fino il fondo il suo punto di vista prima di esporre il tuo.
2. Ascolta con l’intento di capire, non con l’intento di rispondere
Quando la persona che hai di fronte sta parlando, concentra tutta la tua attenzione sul contenuto delle sue parole. Non formulare una risposta mentre l’altro sta ancora parlando, rischieresti di distogliere l’attenzione dal discorso per spostarla su quello che hai intenzione di replicare, perdendoti qualcosa di importante.
3. Aggiungi dei commenti alle tue risposte
Quando è il tuo turno di parlare, non limitarti a fornire il tuo punto di vista: se possibile, prima di dire la tua, esponi un tuo commento su quello che ha detto il tuo interlocutore, per dimostrare che hai ascoltato e capito, e che stai discutendo del tema non solo basandoti sulle tue idee personali ma anche su quanto apportato dall’altro nella conversazione. In questo modo instaurerai una dinamica di conversazione virtuosa, oltre che dimostrare apertura mentale ed interesse verso l’altro.
4. Fai domande
Per le stesse ragioni, non trattenerti dal fare domande: se qualcosa non ti è chiaro, chiedi. Se hai dei dubbi sul punto di vista del tuo interlocutore, esponili. Ricordati che ogni conversazione, specialmente sul lavoro, non è fine a sé stessa: se i partecipanti ne usciranno in qualche modo arricchiti, sarà stata una conversazione di successo.
5. Utilizza segnali visivi
Come ultimo consiglio, non trascurare la comunicazione non verbale. Guarda negli occhi il tuo interlocutore, annuisci, dimostra che stai ascoltando e che sei attento ed interessato. Non è mai piacevole conversare con qualcuno che, mentre parliamo, guarda altrove e sembra concentrato su altro. Dimostrare, anche fisicamente, un ascolto attivo sarà estremamente apprezzato da chi hai di fronte.

Prova a prestare attenzione a questi accorgimenti ogni volta che hai una conversazione con un collaboratore, con un collega o con un tuo responsabile. Così facendo ti allenerai all’ascolto attivo e ti assicuro che ne otterrai enormi benefici.
A questo punto penso di averti convinto dell’estrema importanza di saper ascoltare e voglio chiederti: quali sono le tecniche che utilizzi per ascoltare profondamente le persone che ti circondano?
Scrivimi pure nei commenti qui sotto e sarò felice di ascoltarti! 🙂

Mi occupo di coaching per tematiche legate al mondo del business, se sei interessato ad intraprendere un percorso in questo senso o desideri più informazioni, scrivimi un messaggio privato su Linkedin oppure un’e-mail a g.novena@joyconsulting.it !


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.