Oggi vi parlo di un bell’esempio di stima per i propri Manager da parte di un’azienda.

Non sempre le risorse in azienda ottengono un riconoscimento reale del loro valore. Inoltre, molti imprenditori si trovano ad affrontare le difficoltà di un passaggio generazionale. A proposito di entrambe le questioni, ho trovato estremamente interessante il gesto del proprietario dell’azienda tessile bergamasca Simmy.
Prossimo alla pensione e privo di eredi, nel 50esimo anniversario di attività di Simmy l’imprenditore ha deciso di donare il 49% delle quote (che in prospettiva potranno arrivare al 100% del capitale) a due manager e quattro impiegati della sua azienda. La scelta dell’imprenditore gli permetterà di lasciare progressivamente ai suoi dipendenti le redini di un’attività che altrimenti avrebbe dovuto vendere, probabilmente come spesso capita ad un fondo straniero. Inoltre, valorizza ed incentiva l’iniziativa diretta di collaboratori che per anni hanno dato prova di capacità ed affidabilità.
Mi ha positivamente colpita il gesto di Giorgio Bona: vi ho letto un importante riconoscimento del valore reale dei suoi dipendenti, e un affermare che le persone, prima di ogni altra cosa, sono ciò che in un’azienda fa davvero la differenza.
E voi cosa ne pensate?

Fonte: il Sole 24 Ore, 9/01/2020


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.